Press "Enter" to skip to content

Anmeldung: registrare il proprio domicilio tedesco

Guida essenziale a come fare l’Anmeldung a Berlino e sopravvivere per raccontarlo.

La registrazione all’ufficio anagrafe rappresenta il primo passo burocratico obbligatorio per ha deciso di stabilirsi in Germania. Da non confondersi con l’iscrizione all’AIRE.

Il servizio è completamente gratuito e la registrazione deve avvenire nell’arco di 14 giorni dal trasferimento effettivo nell’abitazione.

Se vi trovate in Germania solo temporaneamente per motivi di visita e non prevedete di rimanere a Berlino per più di due mesi, o siate già registrati in un’altra città tedesca e non avete in programma di fermarvi in città per più di sei mesi, non siete tenuti ad registrarvi al comune.

Nella capitale tedesca conta 40 uffici comunali (Bürgerämter), distribuiti nei diversi quartieri. L’ufficio comunale presso il quale vi recherete per fare l’Anmeldung non deve per forza trovarsi nel quartiere dove siete domiciliati, pertanto siete liberi di scegliere l’ufficio a voi più comodo.

Al Bürgeramt è necessario recarsi di persona – tuttavia con una delega è possibile incaricare qualcuno che svolga la pratica al posto nostro – essendosi prima assicurati di prendere un appuntamento on-line sul portale ufficiale della città alla pagina Dienstleistungen, cliccando alla voce Anmelden einer Wohnung. Se la vostra priorità è la data potrete scegliere di prenotare un appuntamento facendo una ricerca in tutti gli uffici di Berlino cliccando sulla voce: Termin berlinweit suchen und buchen. Vi apparirà un calendario che vi mostrerà in blu le date disponibili, cliccandoci sopra verranno mostrati gli uffici di tutta la città con indirizzo e orari degli appuntamenti disponibili.

In alternativa, potete fare una ricerca mirata per quartiere e prenotare direttamente un appuntamento al municipio di vostra scelta. La lista completa dei municipi divisi per quartiere la trovate sotto la voce “Zuständige Behörden”.

Non perdetevi d’animo se il primo appuntamento disponibile sarà solo a parecchie settimane di distanza. Dovrete armarvi di pazienza e provare a ricaricare più volte la pagina nell’arco della giornata. Può capitare infatti che le persone disdicano un appuntamento e un oriario risulti nuovamente disponibile. Una volta cliccato sull’appuntamento libero vi verrà chiesto di inserire il vostro nome e cognome e indirizzo e-mail. Riceverete quindi una e-mail di conferma ed un numero. Questo comparirà sullo schermo nella sala d’attesa quando sarà il vostro turno.

I documenti necessari da presentare all’ufficio anagrafe del Bürgeramt sono i seguenti:

  • un documento di identità valido (carta di identità o passaporto)
  • Einzugsbestätigung des Wohnungsgebers, il documento che riporti la firma dal Vermieter ovvero l’affittuario (un privato o un’agenzia) da compilare con i dati di entrambe le parti che attesti il vostro trasferimento nell’abitazione e la sua data effettiva. Ricordando che il termine per la registrazione e di due settimane sarà bene riportare sul documento una data che rispetti questa scadenza. Lo trovate a questo indirizzo sotto la voce Formulare.
  • Sarà inoltre necessario che portiate con voi un documento che avvalori la registrazione, la copia del contratto d’affitto o subaffitto o di acquisto dell’immobile. Se si ha difficoltà a procurare un tale documento si può ricorrere ad una dichiarazione scritta da parte di un amico o conoscente già registrato, che attesti di darvi domicilio. Risulterete quindi domiciliati presso (bei) questa persona.

Nel caso siate ancora alla ricerca di una sistemazione e risediate in hotel o in un ostello potete a chiedere ad una persona del personale della reception se possano rilasciarvi un tale documento. Anche questo viene riconosciuto per legge come documento valido.

Se vi presentate con i moduli necessari e compilati all’ufficio vi verrà subito rilasciata la cosiddetta Anmeldebestätigung, firmata e timbrata dall’impiegato comunale che attesta l’avvenuta registrazione all’anagrafe. Conservatela con cura e prendetevi la briga di farne svariate copie. Questo foglio vi sarà richiesto per usufruire di altri servizi e per sbrigare altre pratiche burocratiche come l’apertura di un conto bancario tedesco o la richiesta del numero fiscale. Quest’ultimo dovreste riceverlo automaticamente per posta, una volta che il Bürgeramt ha trasmesso le vostre informazioni al Finanzamt, ovvero l’ufficio imposte. È anche bene sapere che l’iscrizione all’anagrafe vi iscrive automaticamente alla GEZ, ovvero l’istituzione che amministra il Rundfunkbeitrag, il contributo obbligatorio alla radio e televisione pubblica tedesca.

Un’ultima piccola nota da menzionare: Per evitare di pagare la Kirchensteuer, la tassa sulla religione cattolica pari all’8-9 per cento delle proprie imposte, quando si va a fare l’Anmeldung è necessario dichiararsi atei e, nel caso vi venga chiesto, alla domanda sul se si è battezzati rispondere no, quindi nel formulario lasciare il campo Religionsgesellschaft vuoto o barrarlo. Tenete presente che dichiarandovi atei non potrete accedere ai servizi di comunione, confessione e matrimonio.

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.