Press "Enter" to skip to content

Il canone radiotelevisivo in Germania

Come funziona e cosa fare quando si riceve la fatidica lettera dalla zdf, ve lo spieghiamo in questo articolo.

Se ti sei anmeldato avrai probabilmente nell’arco di pochi giorni ricevuto al tuo indirizzo una lettera da parte di ARD, ZDF, Deutschlandradio dove ti viene richiesto il pagamento del Rundfunkbeitrag, la tassa sulla televisione e radio pubblica.

In questo articolo vi spiegherò in maniera chiara e coincisa di cosa si tratta, le modalità di pagamento e i casi in cui si è esonerati.

Il canone

Il Rundfunkbeitrag è una tassa sulla tv e radio ma un’imposta sull’immobile. Lo si deve pagare, indipendentemente che possediate o meno televisione o radio.

La pagina del Rundfunkbeitrag spiega:

“Per i cittadini maggiorenni vige una semplice regola: un appartamento, un’imposta. Non importa quanti apparecchi radio sono presenti in un appartamento né quante persone ci vivano, al mese sono 17,50 € da pagare. Nel caso in cui si viva con altre persone, una di queste deve registrarsi e pagare a nome dell’intera unità abitativa”.

Il pagamento

Il pagamento è generalmente trimestrale. Potrai scegliere se pagare tramite il bollettino che ti spediranno a casa, optare per il bonifico bancario, oppure scegliere il mandato di debito diretto (Sepa Latschriftsmandat) e in questo caso i soldi ti verranno scalati direttamente dal conto.

Se convivi ed è un tuo coinquilino che si incarica di effettuare il pagamento, dovrai compilare il formulario inviatoti per posta e indicare il Beitragsnummer di questa persona. Così facendo pagherai direttamente a lui/lei la tua parte di canone (che viene diviso per il numero di persone che risiedono nella tua stessa abitazione) finché avrai il tuo domicilio a quell’indirizzo. Dovesse questa persona trasferirsi, dovrai incaricarti tu o un altro coinquilino di effettuare i pagamenti. A tempo debito ti/vi verrà recapitata una nuova lettera.

Esonero dal pagamento

In casi particolari è possibile un esonero del pagamento. A questo indirizzo trovate tutte le informazioni al riguardo. Molto generalmente posso dirvi che ci si può esonerare se si riceve un sussidio sociale (Hartz IV) o il sussidio di studio (BAföG).

L’esenzione non avviene automaticamente, ma attraverso l’invio del documento rilasciato dall’ente di competenza (es. Jobcenter) per posta all’indirizzo: ARD ZDF Deutschlandradio Beitragsservice, 50656 Köln

Tuttavia l’esenzione si applica al singolo e non a tutti gli inqulini dell’appartamento. Esempio: tre persone vivono nello stesso appartamento, due di queste ricevono il BAföG. La terza persona deve provvedere a pagare l’intero importo di 17,50 euro mensili.

Ignorare le bollette

Non credete a chi dice “io non l’ho mai pagato, tanto non succede niente”. Ti cominceranno ad arrivare periodicamente richieste di pagamento maggiorate finché la pratica passerà al recupero crediti. Una volta che il recupero crediti avvierà il risarcimento si può incorrere nel pignoramento dei beni o il blocco del conto bancario.

Ritorno in Italia/Trasferimento all’estero

Se ti trasferisci all’estero, non solo devi fare l’Abmeldung, ovvero provvedere a comunicare il cambio di residenza all’anagrafe, ma devi anche cancellare il tuo abbonamento al canone. Il formulario lo trovi a questa pagina alla voce “Wohnung abmelden“. Al formulario dovrai allegare una prova del tuo trasferimento, come l’Abmeldung che ti rilascia il Bürgeramt o l’iscrizione al registro nel nuovo Paese.

Lo so,  soprattutto se non guardate la televisione, né ascoltate la radio, e neppure usufruite delle mediateche delle emittenti pubbliche, vi sembrerà ingiusto dover pagare questa tassa. Consolatevi, non sta simpatica nemmeno ai tedeschi. Periodicamente i giornali riportano notizie di proteste e di metodi di boicottaggio. Uno molto “simpatico” è stato quello di pagare l’importo tramite bollettino in posta in monetine da un centesimo.

Foto copertina: © ARD/ZDF/Deutschlandradio

18 Comments

  1. Gabriele Gabriele 17 Febbraio 2020

    Buonasera,
    Come si interrompe il pagamento per termine affitto?
    Mi spiego meglio, eravamo in affitto fino al 15 Gennaio, poi siamo tornati ma abbiamo già pagato il trimestre GEN-MAR.
    Dobbiamo fare qualche tipo di comunicazione?
    Ringrazio per l’informazione,
    Cordiali Saluti

    • Rachele Rachele Post author | 18 Maggio 2020

      Mi scuso per il ritardo nel risponderti e spero che la mia risposta possa tornare utile ad altri. Quando ci si trasferisce e ci registra a un nuovo indirizzo (nuova Anmeldung) occorre comunicarlo al sito del canone a questo indirizzo (Änderung zum Beitragskonto). Si riceverà al nuovo domicilio una lettera con le informazioni sul versamento da effettuare (viene tenuto conto dei versamenti già fatti)

  2. Antonio Antonio 20 Settembre 2020

    Ciao, volevo porti una domanda. Io e la mia ragazza siamo in sub-affitto in un appartamento. Il proprietario paga la sua tassa (ha in fitto questo e un’altro appartamento). In questo caso ci hanno chiesto di pagare il canone, ne siamo esenti o no?

    • Rachele Rachele Post author | 21 Settembre 2020

      Caro Antonio,
      in questo caso sì, il canone è a vostro carico, in quanto siete voi che avete l’intero appartamento a vostra disposizione e usufruite dei servizi (tv, internet, radio). Solitamente viene specificato nel contratto di (sub-)affitto che il pagamento del canone è carico dell’affittuario.

  3. V V 6 Gennaio 2021

    Buongiorno,
    scrivo perchè il mio fidanzato risiede in Germania da un anno con contratto regolare di affitto. Ha ricevuto a casa una sola lettera sul tema (diversi mesi dopo l’Anmeldung), che invitava esclusivamente a confermare i dati anagrafici entro 4 settimane. Per farlo, doveva inserire un codice riportato sulla lettera, ma provando ad inserirlo, veniva visualizzato l’esito non valido. Ha provato più volte a mettersi in contatto con loro, ma senza successo. Ha anche contattato la padrona di casa per sicurezza e lei ha consigliato di rimanere in attesa di nuove lettere.
    Queste ultime non sono mai arrivate e, ad oggi, non sa cosa fare dato che, a breve, tornerà in Italia.
    Vorremmo solo pagare quanto previsto per essere tranquilli.
    Hai consigli per noi?
    Grazie mille
    V.

    • Rachele Rachele Post author | 6 Gennaio 2021

      Ciao,
      ho fatto una piccola ricerca sul sito del canone e da quello che scrivi immagino il tuo fidanzato abbia provato a inserire il numero di 10 cifre nel formulario a questa pagina Mi sembra strano non funzioni. La cosa migliore sarebbe telefonare agli uffici del canone e chiarire la situazione, ma da quel che scrivi intuisco che al telefono non vi rispondano (mi è capitato di telefonare e posso dirvi che solitamente si attende un paio di minuti in linea, ma eventualmente si viene messi in contatto con un impiegato). Se da contratto di affitto è il tuo fidanzato a dover provvedere al pagamento del canone, l’altra opzione è quella di compilare questo formulario online. Dovrà inserire i propri dati anagrafici e l’indirizzo del domicilio e caricare la propria Anmeldung. L’ufficio del canone provvederà a verificare i dati e mandare all’indirizzo comunicato le richieste di pagamento. Una volta in procinto di tornare in Italia basterà recarsi a un Bürgeramt e fare l’Abmeldung ovvero cancellare il proprio domicilio.
      Spero di aver risposto alla tua domanda in maniera esauriente!
      Tanti saluti,
      Rachele

      • V V 6 Gennaio 2021

        Ciao Rachele,
        ti ringrazio molto per l’aiuto. Esatto, il numero di 10 cifre non funziona e non sappiamo perchè. Non credo ci sia una scadenza ma telefonando, attendiamo e poi chiudono la chiamata. Grazie ancora per l’indicazione relativa al formulario online. Valuteremo questa strada.
        Un saluto
        V.

  4. Giuseppe Giuseppe 3 Maggio 2021

    Ciao, io non ho mai pagato questa tassa quando stavo in Germania (6 mesi) ho chiuso tutto e sono ritornato in Italia, devo comunque pagare o non succede nulla?
    Grazie.

    • Rachele Rachele Post author | 3 Maggio 2021

      Ciao Giuseppe,
      dal tuo messaggio non mi è molto chiara la tua situazione.
      Avevi il domicilio registrato e hai ricevuto richieste di pagamento?
      oppure avevi il domicilio registrato ma non ti è arrivato nessuna richiesta di pagamento per il canone per posta?
      Il pagamento del canone è obbligatorio e si può incorrere in sanzioni, qual’ora gli uffici vengano a conoscenza di pagamenti arretrati non effettuati o della mancata registrazione.
      Questo però lo credo possibile solo nel caso tu tornassi in Germania e ti registrassi in un nuovo appartamento (potresti ricevere la lettera con la richiesta di pagamento degli arretrati).
      Se invece non ti eri registrato al Bürgeramt (non è obbligatorio se non si superano i 6 mesi di permanenza in Germania) non te ne devi preoccupare.
      Spero di esserti stata d’aiuto.

      • Giuseppe Giuseppe 7 Maggio 2021

        Si, ero registrato e tutto e mi sono arrivate le lettere per pagarle… E’ possibile che mi mandano gli arretrati in Italia? e dopo quanto e’ sicuro che non arrivi più nulla?

        • Rachele Rachele Post author | 9 Maggio 2021

          In Italia non credo ti possa arrivare alcuna comunicazione. Problemi ne avrai se ti registrerai nuovamente in Germania. Entro quanti anni l’omesso pagamento decada non te lo so dire. Io ti consiglio di pagare gli arretrati e comunicare il tuo rientro in Italia. Per farlo devi compilare il formulario ”Wohnung abmelden”sul sito del canone che trovi a questo link

          • Giuseppe Giuseppe 9 Maggio 2021

            Grazie mille per l’aiuto.

  5. Stefano Stefano 28 Maggio 2021

    Ciao Giuseppe, io mi trovo esattamente nella tua situazione (6 mesi in Germania). Purtroppo io nemmeno sapevo dell’esistenza di questa tassa (me ne sono accorto proprio oggi) e non ho nemmeno effettuato la registrazione per il canone. Mi sono registrato al comune ed infine de-registrato come da regolamento. Gentilmente Rachele ti chiedo, a questo punto, mi sai consigliare cosa è meglio fare per me? Arriveranno comunicazioni in Italia? Mi sembra una tassa assurda…non ho mai visto tv nè ascoltato radio…ma se c’è da pagare pago…
    Grazie

    • Rachele Rachele Post author | 28 Maggio 2021

      Ciao Stefano,
      se in Germania non ti è arrivata alcuna comunicazione da parte degli uffici del canone, credo sia impossibile che ti arrivi una richiesta di pagamento al tuo indirizzo in Italia. Il pagamento del canone come ho già specificato è obbligatorio, a prescindere dal fatto che tu possieda tv, radio o usufruisca del servizi in streaming. Solitamente si entra nel sistema canone quando ci si registra al comune. Se non si riceve alcuna lettera si è tenuti a registrarsi autonomamente attraverso questo formulario, specificando il periodo del pagamento, dalla data della tua registrazione di domicilio a quella della tua deregistrazione (in caso di arretrati). Questo ovviamente se nessun altro ha provveduto al pagamento del canone per quel domicilio (es. il conquilino o il proprierario dell’abitazione). Detto ciò, ti ripeto che è impossibile che ti arrivino comunicazioni in Italia. Neanche in Germania (nell’ipotesi che tu ti trasferisca nuovamente e ti registri in comune) ti verranno chiesti gli arretrati se non hai mai ricevuto richieste di pagamento, perché non risulti nel sistema. Spero di esserti stata d’aiuto.
      Un saluto,
      Rachele

  6. Stefano Stefano 28 Maggio 2021

    Grazie Rachele,
    in parte mi rassicuri, sfogliando tutta la posta che ho ricevuto in Germania (tutto in tedesco) ho visto che mi era arrivata un’ unica lettera da parte loro nei 6 mesi passati là contenente tre moduli (uno da compilare), ma poi non ho ricevuto più nulla. Siccome vivevo in un convitto studentesco, poteva essere che fosse qualcuno a pagare per tutti gli studenti residenti lì? Se mi avessero mandato una raccomandata sarebbe stato meglio…una lettera così in tedesco può sfuggire a tutti…Comunque è stato 3 anni fa, la mia paura è che il debito (semmai ci fosse) si accumuli e poi si palesino quando sarà esageratamente alto, ma se non ho ancora ricevuto nulla presumo che non avrò problemi neanche in futuro…
    Cosa ne pensi?
    Grazie mille per la tua assistenza!

    • Rachele Rachele Post author | 28 Maggio 2021

      Generalmente sì, e parlo per esperienza mia personale e di amici, in uno studentato è una persona che si fa carico di pagare il canone, gli altri contribuiscono, e se ricevono la lettera, come e capitato a te, comunicano attraverso il formulario il Beitragsnummer della persona che già lo sta pagando per quell`indirizzo. E la storia finisce lì. In Italia come ti ho spiegato non riceverai lettere. Anche perché sì, ti sei deregistrato in comune, ma non l’hai comunicato agli uffici del canone. Fossi in te, per levare ogni dubbio e stare più tranquillo, mi assicurerei che non mi siano arrivate altre lettere all’indirizzo in Germania. Non so se dopo tre anni ti sia possibile contattare qualcuno, che magari viva lì e possa controllare se hai ricevuto posta.

      • Stefano Stefano 28 Maggio 2021

        Cara Rachele, il tuo aiuto è davvero prezioso!
        Ho scritto allo studentato e sono in attesa di risposta. Ho un’ultima questione: nel caso in cui dovessi pagare, pagherei solo per quei 6 mesi in cui sono stato in Germania vero? Ho tutti i documenti che attestano il mio arrivo e la mia ripartenza. Chiaramente ci sarebbero le more ed eventualmente una sanzione ma non è che pago fino ad oggi se dimostro che sono stato là solo 6 mesi, dimmi di sì per favore;)
        Grazie mille ancora!

        • Rachele Rachele Post author | 31 Maggio 2021

          Ciao Stefano,
          scusa ma questo tuo ultimo commento mi è sfuggito.
          Certo!se porti come prova la tua Abmeldung non ci saranno problemi.
          Con piacere!
          Un saluto,

          Rachele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.