Press "Enter" to skip to content

Cercare una stanza attraverso WG-gesucht

Guida a WG-gesucht, la piattaforma più usata per cercare stanza a Berlino

In una città grande come Berlino, che attira giovani, studenti e professionisti da tutto il mondo, trovare una sistemazione adatta alle proprie esigenze e con un affitto ragionevole non è un’impresa facile. L’esperienza insegna che trascorrono settimane se non un paio mesi prima di riuscire a trovare una sistemazione a medio/lungo termine. Per avere più possibilità di riuscita occorre muoversi sul posto, contattare velocemente gli inserzionisti e presentarsi di persona alla cosiddetta “Besichtigung” (visita dell’appartamento).

Il sito di ricerca maggiormente usato è www.wg-gesucht.de. Si tratta di un sito di annunci tra privati dove è possibile inserire sia annunci di affitto che di ricerca di stanze soprattutto, ma anche monolocali e altre tipologie di appartamenti. Inoltre da poco sulla piattaforma sono iniziati a comparire anche annunci di agenzie immobiliari e Airbnb, che appaiono solitamente come primi risultati della ricerca. Sono in sostanza pubblicità che consigliamo di ignorare.

La piattaforma passo per passo

Una volta registrati su WG-gesucht avrete un vostro profilo che potrete completare con una vostra foto e aggiungendo informazioni sulla vostra persona (nazionalità, data di nascita, lavoro, studio, hobbies etc.)

È consigliabile fin da subito spenderci un po’ di tempo in modo da avere un profilo il più completo possibile, dal momento che questa è la prima fonte di informazione a cui fanno riferimento gli inserzionisti che offrono una sistemazione.

Dalla schermata principale inserite la città su “Stadt eingeben”e poi scegliete la tipologia di abitazione a cui siete interessati: Oltre alla “WG-Zimmer”, una stanza in un appartamento in condivisione con altre persone, si trovano offerte di appartamenti (Wohnung) e case (Haus).

Scelta la tipologia di sistemazione che cercate, cliccate su “Angebote” e nella schermata successiva, è possibile inserire dei filtri di ricerca:

“Mietart” è la durata del fitto, si può scegliere tra tempo determinato (befriestet), indeterminato (unbefriestet), offerte a giornate (Tagesmiete), la grandezza minima, ed il prezzo massimo. Per attivare i filtri cliccare su “Filter Anwenden”.

Aprendo un annuncio, per prima cosa dovrebbero apparire le foto, ma non tutti le inseriscono. Sotto trovate i costi, l’indirizzo, disponibilità:

  • “Gesamtmiete” è il prezzo totale che dovete pagare mensilmente (quindi affitto+spese incluse), anche detto “Warmmiete” o semplicemente “warm”.
  • “Miete”/”Kaltmiete”/”Kalt” è il solo affitto, spese escluse.
  • “Nebenkosten” (NK) sono i costi dei consumi
  • “Sonstige Kosten” sono le altre spese, solitamente poi specificate nella descrizione.
  • “Kaution” è la cauzione che dovrebbe essere restituita quando ve ne andrete, e serve a coprire i costi di eventuali danni causati da voi. Esaminate quindi accuratamente la sistemazione documentando eventuali problemi con foto e fateli subito presente all’affittuario per non trovarvi in situazioni sgradevoli dopo.

Nel caso di una stanza in una WG, alla voce “WG Details” trovate ulteriori informazioni sulla stanza. Viene specificato di che tipo di appartamento si tratta, chi ci vive, quali lingue si parlano e che tipo di inquilino/coinquilino (sesso ed età) si cerca:

  • “Zweck-WG” significa che si cerca un persona con la quale puramente condividere le spese in casa. “Keine Zweck-WG” significa invece che gli inquilini cercano qualcuno con caratteristiche specifiche con il quale condividere anche tempo libero e/o interessi.
  • “Gemischte-WG” è una casa mista di maschi e femmine.
  • “Berufstätige-WG” è una casa abitata da gente che lavora (e che di norma preferisce la tranquillità durante la settimana), mentre “Studenten-WG” è una casa di studenti (dove gente in visita e feste in casa succedono solitamente con più frequenza).

Più in basso si trova poi una piccola legenda che informa sulle caratteristiche della casa per esempio se il bagno è dotato di doccia o vasca, se c’è il wifi e la distanza dai mezzi pubblici.

Infine vi è l’annuncio vero e proprio in cui l’inserzionista presenta sé stesso, gli altri coinquilini, l’abitazione e alle abitudini in casa.

In buona parte degli annunci queste info sono fornite anche in inglese.

Se l’annuncio fa al caso vostro, cliccate su “Nachricht senden” dove potrete compilare e spedire una risposta. Consiglio di leggere bene l’annuncio e formulare una risposta con una descrizione abbastanza dettagliata sulla vostra persona: il vostro carattere, la vostra routine, cosa vi piace fare nel vostro tempo libero, che tipo di casa e di coinquilino/a cercate, come la gestite dal punto di vista della pulizia. Evitate il copia e incolla e personalizzate la risposta all’offerta in base alla tipologia di quest’ultima. Soprattutto nel caso stiate cercando una stanza in un appartamento da condividere con altri ragazzi, ciò che scrivete deve dare l’impressione che voi siate persone serie, responsabili e affidabili, ma anche socievoli. Menzionate interessi in comune, “vendetevi bene”, ma non esagerate né mentite nel tentativo di far colpo.

Se disponete di contratto di lavoro, buste paga, Schufa (dichiarazione che non avete debiti) fatelo presente. Anche se non esplicitamente richiesti, possedere questi documenti rappresenta un vantaggio rispetto ad altri potenziali interessati.

Alcune dritte

Fra gli annunci, si annidano spesso proposte a sfondo sessuale e vere e proprie truffe. Riceverete risposte di persone che vi chiedono un versamento in anticipo, che sono fuori città e propongono di mandarvi le chiavi una volta ricevuti i soldi. Evitate gli annunci di persone che sono impossibilitate a parlarvi di persona o mostrarvi sin da subito la sistemazione. Non fidatevi troppo delle foto, perché può capitare che siano false, prese da Internet o ritoccate. In questo caso una ricerca per immagini può togliervi il dubbio.

Non lasciatevi scoraggiare se non venite contattati o se nonostante un colloquio che vi è sembrato positivo non veniate scelti. Può essere solo questione di fortuna: la domanda è grande e per una camera possono presentarsi più di una decina di persone. Tra agosto e ottobre in particolare arrivano a Berlino gli studenti, alla ricerca di una sistemazione prima dell’inizio dei corsi. Spargete la voce che state cercando una sistemazione e servitevi di tutte le conoscenze che avete.

Suggerisco di guardare anche sui forum di cerco/offro casa presenti su Facebook, nei gruppi di italiani residenti in città, ma anche di expats in generale, o nel caso siate studenti nei gruppi della vostra università o nei gruppi erasmus.

Nel caso passino settimane e ancora non abbiate concluso nulla, il nostro consiglio è di cambiare i propri criteri di ricerca e optare per una sistemazione temporanea (un subaffitto di un mese o più) e di continuare poi la ricerca di appartamenti/camere con contratti a lungo termine.

Foto copertina: ©WG-gesucht

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.