Press "Enter" to skip to content

Lo sapevi? Fatti interessanti e curiosità su Berlino

Una rassegna di dati e notizie interessanti sulla capitale tedesca per capire meglio cosa la rende una città così speciale.

Berlino è una fonte inesauribile di possibilità. Non solo per i turisti, ma soprattutto per chi qui ci abita, perché è una città vivace, in continua trasformazione e ha per ognuno qualcosa da offrire.

Berlino, città d’arte e cultura

Berlino è una delle poche città che ha tre siti patrimonio mondiale dell’UNESCO. Oltre alla conosciutissima Isola dei musei e ai palazzi e giardini prussiani, vi sono i sei complessi residenziali del Modernismo Berlinese risalenti agli anni 1910-1933, progettati dagli archittetti e urbanisti Bruno Taut, Martin Wagner e Walter Gropius.

blank
Vista della Alte Nationalgalerie, sulla Museum Insel

Berlino è l’unica città al mondo che ha tre teatri d’opera: la Deutsche Oper, la Staatsoper Unter den Linden e la Komische Oper ospitano più di 4.400 spettatori. Vi sono anche più di 150 teatri e spettacoli dal vivo di tutti i generi, serate di Stand-up comedy e improv.

A Berlino vi sono circa 70 musei. Nel 2017 hanno registrato 16,5 milioni di visitatori.

In Europa, Berlino è la città con più gallerie. Se ne contano circa 300.

Berlino ha il più grande complesso museale del mondo. La ristrutturazione e la riprogettazione dell’Isola dei musei, con i suoi cinque edifici monumentali, dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1999, costato i 1,5 miliardi di euro è il progetto culturale più ambizioso mai realizzato in Germania.

L’edificio centrale dell’Isola dei musei di Berlino, aperto al pubblico da quest’estate è stato intitolato al patrono delle arti James Simon. Il Neues Museum deve a lui il famoso busto di Nefertiti.

Il Museo ebraico, progettato dall’architetto di fama mondiale Daniel Libeskind per avere una forma che ricorda una stella di David distrutta, è uno degli esempi più importanti di architettura contemporanea.

Berlino è la città con più musei insoliti. Tra questi: Lippenstift Museum, Schwules Museum, Hanf Museum, Ramones Museum, Rittersport Museum

A Berlino si trova il più grande giardino cinese d’Europa. Questo è situato all’interno del Gärten der Welt, a Marzahn. I visitatori possono prendere parte a una cerimonia del tè nel giardino giapponese. Ci sono anche giardini balinesi, coreani e mediorientali, nonché un giardino rinascimentale italiano, un giardino arbustivo, un giardino cristiano, un giardino paesaggistico inglese e un labirinto. I giardini del mondo sono stati una delle principali aree espositive durante l’International Garden Exhibition (IGA) di Berlino nel 2017.

I monumenti di Berlino – come la torre della televisione, la Porta di Brandeburgo, il Duomo, la Colonna della Vittoria e molti altri edifici – una volta all’anno appaiono in una luce completamente diversa. In occasione di Berlin leuchtet e del Festival of Lights, ad ottobre vengono trasformati in enormi superfici di proiezione per installazioni luminose. Entrambi gli eventi sono tra i più grandi festival di luci al mondo.

Può sembrare strano, ma alcuni cimiteri di Berlino sono dei bellissimi parchi che meritano una passeggiata. Il cimitero ebraico di Berlino-Weißensee ha oltre 115.000 tombe ed è il più grande cimitero ebraico conservato in Europa. Il cimitero di Dorotheenstadt sulla Chausseestraße merita una visita in particolare, personaggi celebri come Hegel e Brecht sono sepolti lì. I fratelli Grimm e Rio Reiser sono sepolti nel cimitero Alter St.-Matthäus-Kirchhof a Schöneberg.

La Berlinale, uno dei festival cinematografici più popolari in Europa ha compiuto 68 anni quest’anno. Si tratta di uno dei principali eventi mediatici per l’industria cinematografica, che attira oltre 21.000 visitatori e giornalisti del settore provenienti da quasi 130 paesi ogni anno. Berlino si distingue dagli altri festival cinematografici per la grande partecipazione del pubblico. Nel 2018 sono stati venduti circa 334.000 biglietti.

Gente di Berlino

La città ebbe il suo maggior numero di residenti nel 1942. In quell’anno 4.478.102 persone vivevano a Berlino. Oggi gli abitanti sono poco più di 3,5 milioni.

Berlino è la città più multiculturale della Germania. Dei circa 3,7 milioni di residenti, 725.500 hanno una nazionalità straniera. Persone di 190 paesi vivono in città, di cui circa 57.000 sono polacchi e 98.000 sono cittadini turchi.

Berlino può definirsi la capitale vegana per eccellenza. 50 sono i locali specializzati in cucina vegana e vegetariana, ovvero bar, ristoranti, fast food e cafè, e il numero cresce vertiginosamente se si considerano anche le altre attività commerciali, quali gelaterie, caffetterie, pasticcerie e supermercati. Il numero stimato dei vegani a Berlino è di 80.000 persone. Non stupisce che esista persino una macelleria vegana e un sex shop vegano.

Il dialetto berlinese è stato particolarmente influenzato dagli ugonotti alla fine del XVII secolo. Alcune parole hanno origini francesi: Budike (pub o negozio), Boulette (polpetta), Rollè (involtini di carne) e Destille (pub). Altri termini derivano invece dall’ebraico (Yiddish), ad esempio malochen (sgobbare), Schlamassel (disgrazia) e Moos (soldi).

Architettura

La East Side Gallery è la galleria d’arte all’aperto più lunga del mondo e ad una lunghezza di 1.316 metri è anche la parte più lunga conservata del muro di Berlino. Nel 1990, 118 artisti provenienti da 21 paesi hanno dipinto la sezione del muro con 106 opere d’arte. Molti sono tornati poi a Berlino nel 2009 per dare una rinfrescata alle loro opere d’arte.

La Fernsehturm, la Torre della Televisione di Berlino misura 368 metri di altezza, è l’edificio più alto della Germania e uno dei simboli della capitale. Nella sfera vi è la piattaforma panoramica e un ristorante.

blank
L’antenna a strisce rosse e bianche e la sfera della Torre della Televisione

In quanto a numero di ponti, Berlino batte Venezia. Sono 2.100. Il ponte più antico è il Jungfernbrücke, costruito nel 1798 e in gran parte conservato nella sua forma originale.

Due zoo, tanti parchi e laghi

Come conseguenza della ex divisione della città, Berlino ha due zoo: il Tierpark Berlin a Friedrichsfelde, con bellissimi recinti all’aperto che coprono un totale di 160 ettari , e lo Zoologischer Garten con il suo acquario adiacente. Lo Zoologischer Garten di Berlino è stato fondato circa 175 anni fa ed è lo zoo più antico in Germania, il terzo più antico in Europa e lo zoo con la più grande varietà di specie al mondo. Il vicino acquario è uno dei più grandi del mondo.

blank
Meduse all’acquario dello Zoo

Berlino è la città più verde della Germania. Il 30% della sua superficie è infatti coperto da parchi e boschi. Il parco più grande è il Tiergarten con una superficie di circa 210 ettari.

A Berlino ci sono moltissimi laghi. Il lago più grande della città è il Großer Müggelsee, che ha una superficie di quasi 7,4 chilometri quadrati. Laghi molto amati sono Liepnitzsee, Schlachtensee e Plötzensee.

Street food, birra, ma anche vino

Insieme al curry wurst, il döner kebab è il tipico cibo di strada di Berlino. L’offerta è vastissima e la qualità in alcuni casi è davvero ottima. Secondo la leggenda, il döner nella sua forma più nota e popolare – fettine sottili di carne di manzo allo spiedo servite con insalata, cipolla, pomodori e conditi da salse varie, il tutto in un panino Fladenbrot – è stato inventato a Berlino all’inizio degli anni ’70. Due ristoratori – Kadim Numan e Mehmet Aygün – ne rivendicano la proprietà.

Ogni anno ad agosto si tiene l’International Berlin Beer Festival. Oltre 350 birrifici di 90 paesi offrono 2.400 specialità di birra nel tratto tra Straußberger Platz e Frankfurter Tor coprendo una lunghezza di oltre 2 kilometri.

A Berlino vi sono 24 birrifici di piccole/medie dimensioni che producono tipi di birra particolari. Tra questi: Hops & Barley a Friedrichshain e il birrificio Eschenbräu a Wedding.

blank
Birre artigianali all’Hops & Barley

A Berlino si produce anche vino. Dei 10 vigneti dell’area urbana, quello a Kreuzberg adiacente al Viktoriapark è il più famoso, ma le uve vengono coltivate anche a Wilmersdorf, Schöneberg, Mitte, Neukölln e Prenzlauer Berg. Il vigneto più grande è di circa 5.000 metri quadrati e si trova a Britz nel distretto di Neukölln. Il vigneto più settentrionale si trova nel parco Humboldthain vicino alla stazione di Gesundbrunnen. L’uva di questo vigneto viene pressata per produrre l’unico spumante di Berlino.

E che dire della vita notturna? a Berlino è possibile far festa ogni giorno della settimana. Nel weekend i mezzi offrono servizio continuato. Alcuni bar e club restano aperti fino aperti fino al mattino o sembrano non chiudere mai.

Concludiamo con gli späti, parte fondamentale della cultura urbana di Berlino. Sono piccoli negozi, gestiti prevalentemente da turchi. Vendono principalmente bevande e tabacchi, ma anche dolci, snack e generi alimentari. Ve ne sono circa 1.000, la maggiorparte sono a Neukölln, Kreuzberg e Friedrichshain, rimangono aperti fino a tarda ora e anche la domenica.

Per altri fatti interessanti vi invitiamo a visitate la pagina di VisitBerlin e a seguirci sul nostro account Instagram.

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.