Press "Enter" to skip to content

I parchi più belli della capitale tedesca

La nostra classifica personale dei parchi di Berlino, per rilassarsi, stare in compagnia o fare sport.

Per gli italiani abituati al clima mediterraneo, alle estati calde al mare e agli inverni con temperature sopra la soglia dello zero, le giornate di sole a Berlino possono sembrare veramente poche.

Ma se gli inverni grigi e freddi ci fanno talvolta maledire il giorno in cui abbiamo deciso di trasferirci in questa città, in primavera ed estate Berlino ci mostra il suo lato generoso regalandoci giornate calde con sole e cielo limpido. In questi casi non si desidera altro che stare all’aria aperta, godere del bel tempo standosene seduti al parco a bere una birra in compagnia.

L’aver vissuto in diversi quartieri, ci ha dato la possibilità di conoscere parchi dei quali altrimenti ignoreremmo l’esistenza. Ad alcuni siamo particolarmente affezionati e sebbene non facciano più parte dei nostri dintorni continuiamo a visitarli con frequenza. In questo articolo trovate la nostra classifica personale dei migliori parchi di Berlino, che vogliamo condividere con voi per invogliarvi a visitarli, scoprirne di altri e farli vostri.

Treptower Park

Al primo posto, Treptower Park, un’oasi verde nell’omonimo quartiere di Berlino, nella zona sud est della città, si estende per 230 ettari lungo la riva del fiume Spree.

Da visitare: Plänterwald, il fitto bosco adiacente, piacevolmente attraversabile in bicicletta o a piedi.

Quello che rimane dello Spreepark, il celebre parco divertimenti costruito ai tempi d’oro della DDR, abbandonato dal 2001. Impressionante la ruota panoramica.

L’imponente memoriale sovietico che celebra l’Armata Rossa e commemora i caduti nella battaglia di Berlino.

Volkspark Friedrichshain

È il più antico parco di Berlino e come suggerisce il nome, Volkspark Friedrichshain è stato dal principio ideato per i cittadini e non per la nobiltà, come luogo di svago e relax È sormontato da due montagne artificiali, costruite con le macerie di bunker e altri edifici distrutti nella Seconda Guerra Mondiale.

È un parco che offre qualcosa ad ognuno: ha un lago e un piccolo torrente percorribile, zone per praticare sport, parco giochi per bambini, spazi verdi dove è consentito grigliare.

È ricco di fontane, da non perdere quella degli elefanti, statue e installazioni d’arte. La “Märchenbrunnen”, una fontana monumentale dedicata al mondo delle favole, vi accoglie in fondo ad uno degli ingressi principali al parco.

Viktoriapark

Viktoriapark si trova nel quartiere di Kreuzberg e si sviluppa sopra una collina, la Tempelhofer Berge, alta 66 metri, dove nel 1700 veniva coltivata la vite e ancora oggi si produce vino anche se in quantità molto ridotte.

In cima è situato il monumento nazionale in stile neogotico progettato da Karl Schinkel e costruito nel 1821 per celebrare la sconfitta di Napoleone Bonaparte e la liberazione dalla dominazione francese.

A rendere il parco più suggestivo, una cascata alta 24 metri collocata al centro della collina, un soggetto fotografico molto amato dai visitatori.

Humboldthain

Si trova nella parte nord del quartiere Mitte, vicino alla stazione Sbahn Gesundbrunnen. Esattamente come Volkspark Friedrichshain, Humboldthain fu concepito e realizzato a fine 1800 come parco aperto a tutti i cittadini, e similmente è sovrastato da una collina costruita con i resti di due bunker demoliti alla fine della Seconda Guerra Mondiale. La si può salire facilmente seguendo la strada che porta alla piattaforma panoramica dove si gode una fantastica vista della parte nord della città.

Da vedere: il colonnato con il glicine e di fronte ad esso, le aiuole che in estate sono un’esplosione di colori e profumi.

Tiergarten

Tappa obbligata per i turisti, è naturalmente amato e frequentato anche dai berlinesi.

Tiergarten è il polmone verde della metropoli. Situato nel centro della città, accanto alla Porta di Brandeburgo, con un’estensione 210 ettari è il parco più vasto di Berlino. Alla fine del XVII secolo, il Principe Elettore Federico III dalla riserva di caccia, da quì prende il suo nome, fece creare un parco aperto a tutti i cittadini.

Al suo interno, si trova la Siegessäule (Colonna della Vittoria), uno dei monumenti più celebri della capitale tedesca. Altre costruzioni e monumenti di non minore importanza che si trovano nei pressi del Tiergarten sono il Sony Center a Potsdammerplatz, l’edificio del Reichstag, il Memoriale per i soldati sovietici e il memoriale alle vittime dell’Olocausto, un labirinto di 2711 blocchi di cemento che invita i visitatori ad addentrarvisi.

Görlitzer Park

Cambiamo totalmente zona. Ci spostiamo ora a Kreuzberg, quartiere giovane, vivace e colorato. Vicino all’omonima stazione, Görlitzer Park è un parco che ha molto da offrire: sui prati è consentito grigliare, vi sono aree dedicate alle attività sportive con attrezzature per fare esercizio, tavoli da ping-pong, piste da skate, aree gioco per bambini e un pet zoo. Chi vuole cimentarsi in un’esperienza di gioco particolare, può optare per il mini golf, illuminato interamente da lampade UV in stile psichedelico. Adiacente al parco si trova anche la Wellenbad, una piscina dove vengono ricreate le onde del mare.

Tempelhofer Feld

Il parco sorge sull’area che dagli anni venti fino al 2008 ospitava l’aeroporto di Tempelhof. Nel 2010 l’area dell’aeroporto è stata convertita in un parco pubblico. Eccezionale per la sua estensione, l’area è percorsa da due piste lunghe sei kilometri, adatte per praticare sport, andare in bici o in skateboard. Vi sono poi diverse aree dove poter grigliare e naturalmente un’enorme area picnic per tutti i visitatori.

Mauerpark

È il parco nei pressi di Bernauerstraße, deve il suo nome ai resti del Muro che costeggia il parco per una lunghezza di 300 metri, da questo deriva anche il nome Mauerpark. In passato era parte della cosidetta “striscia della morte”, quella fascia di terra che separava i due muri in cemento armato che formavano la barriera che divideva Berlino est e ovest, ed era quindi inacessibile.

Successivamente alla riunificazione, la zona fu trasformata e il parco fu inaugurato quattro anni dopo la caduta nel muro, nel Novembre 1994.

Ogni sabato a Mauerpark si tiene il mercatino delle pulci. Bancarelle e stand vari vendono principalmente oggetti usati: libri, mobilio, stoviglie, ma vi sono anche stand che vendono stampe, borse, vestiti e gioielli fatti a mano. Il parco ospita artisti più o meno improvvisati e la gradinata si affolla di persone sedute ad ascoltare chi si esibisce cantando al karaoke. Sul prato è consentito grigliare e vi è abbastanza spazio per praticare sport o semplicemente sdraiarsi e rilassarsi.

Mauerpark in un sabato pomeriggio di sole. Il pubblico sulle tribune si gode la partita.

Volkspark Hasenheide

Situato nel quartiere tra Kreuzberg e Neukölln, il Volkspark Hasenheide è costituito da numerosi spazi verdi disseminati lungo un percorso centrale, il che aiuta a distribuire il gran numero di persone che affollano il parco nei fine settimana e con il bel tempo. Comprende al suo interno aree bosco, un piccolo lago ed una collinetta realizzata con i detriti degli edifici distrutti durante la guerra.

Il parco deve il suo nome al fatto che in passato l’area veniva usata dalla nobiltà come riserva di caccia alle lepri.

Il Volkspark Hasenheide ospita inoltre una fattoria e un roseto. Durante i mesi estivi si tiene il cinema all’aperto.

Rudolph-Wilde-Park

Rudolph-Wilde-Park si trova nel quartiere di Schöneberg. Prende il suo nome dal primo sindaco di Schöneberg (a quel tempo città ancora indipendente). Su iniziativa di Wilde, fu costruito il municipio Schöneberg (1911-1914), l’edificio davanti al quale Kennedy pronunciò il suo famoso discorso “Ich bin ein Berliner”. Il parco copre un’area di 650 ettari e confina con il Volkspark Wilmersdorf a ovest. Decisamente consigliato agli amanti della corsa.

blank
La veduta dal ponte sul lago

Simboli distintivi del parco sono il ponte Carl-Zuckmayer con la stazione della metropolitana Schöneberg, che all’apparenza sembra la facciata di una villa, e la fontana del cervo, la Hirschbrunnen. È un parco suggestivo e romantico. Non di rado si assiste a festeggiamenti di matrimonio in corso.

Da fare: sedersi in riva al piccolo lago circondato dai salici piangenti, per ammirare il ponte e la torre del municipio e dare da mangiare alle anatre.

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.